27 ottobre 2016

Artigiancassa: contributo a fondo perduto per gli artigiani dell'entroterra

Con la modifica del Regolamento Artigiancassa, gli artigiani con sede operativa nell’entroterra ligure, oltre al finanziamento agevolato Artigiancassa e al contributo sul costo della garanzia, possono richiedere un contributo a fondo perduto.

Sono ammissibili spese relative all’acquisto di: macchinari, arredi, attrezzature automezzi aziendali (escluso mezzi di autotrasportatori) compresi gli acquisti già effettuati negli ultimi 12 mesi. Investimento minimo di € 10.000.

Il contributo in conto capitale concedibile è pari al 30% dell’importo del finanziamento agevolato con un massimo di € 10.000 a impresa ed è legato all’ottenimento di un finanziamento Artigiancassa che prevede agevolazioni in conto interessi e sul costo della garanzia Confart.

I Comuni dell’entroterra interessati sono:

Bargagli, Borzonasca, Campoligure, Castiglione Chiavarese, Coreglia Ligure, Crocefieschi, Davagna, Fascia, Favale di Malvaro, Fontanigorda, Gorreto, Isola del Cantone, Lorsica, Lumarzo, Masone, Mele, Mezzanego, Montebruno, Montoggio, Ne, Neirone, Orero, Propata, Rezzoaglio, Rondanina, Rossiglione, Rovegno, San Colombano Cert., Santo Stefano d’Aveto, Tiglieto, Torriglia, Tribogna, Valbrevenna, Vobbia.

Per maggiori informazioni, analisi di fattibilità, predisposizione della documentazione sia per l’agevolazione Artigiancassa che per il finanziamento bancario, contatta l’Ufficio Credito CNA Genova:

CNA GENOVA                                                                                

Simonetta Agostini
Tel. 010 565028
simonetta.agostini@cna.ge.it